Il sito delle barche Sparkman & Stephens in Italia
   
 
 
 
   
   
   
   
   
   
   
   
 
 
Matteo Salamon e Olin Stephens, Imperia, 1998
Matteo Salamon con Olin J. Stephens, Imperia, 1998

"...abbiamo il privilegio di navigare sulle piu' belle barche del mondo...", cosi' ha detto Vincenzo Onorato parlando del suo S&S Swan 65: Mascalzone Latino XIV.

Io aggiungo che abbiamo il dovere morale di fare tutto cio' che e' in nostro potere per ampliare la conoscenza e la cultura delle barche progettate da Rod e Olin Stephens, i due fratelli che in oltre cinquant'anni di attivita' hanno progettato migliaia di velieri che hanno solcato le acque di tutti i mari del globo, che si sono sempre imposti in tutte le competizioni e che sono usciti indenni da terribili tempeste e che, infine, per la loro bellezza fanno "girare la testa" a chiunque vi posi sopra lo sguardo!

Da questo desiderio, da un'amicizia che mi ha legato a Olin Stephens nell'ultimo decennio della sua vita ultracentenaria e da una "inguaribile passione per il mondo S&S" e' nato, alla fine degli anni '90, il sito web all'indirizzo marevela.com, che ora si e' evoluto nella sua nuova forma di "S&S Club Italia", uno spazio totalmente libero e gratuito dove desidero invitare tutti gli Italiani, armatori, o anche solo amanti di barche S&S, affinche' si possano incontrare, scambiare idee, informazioni, reperire notizie utili e fondamentali per la corretta manutenzione e/o il restauro delle loro barche, e, perche' no, incontrarsi per mare in occasione di un Raduno, S&S ovviamente...!!!

Buon Vento e Buon S&S a tutti!

Matteo Salamon



Olin Stephens ha scritto di noi
I have been thankful during recent years to have been able to see the growing interest in many older boats including some of S&S design, as I knew it in the years from 1928 until I retired gradually between 1978 and 1980.
The earliest of all seem close to my heart because they were so much the product of personal feeling and intuition.

As time passed I learned more and the office grew and the design approach was more rationalized and, I hope, in some ways better but, perhaps, a little less individual. I am especially grateful for the activity of the Association in the way it has allowed me to see again many of these boats and enjoy the aquaintance many of the owners as protectors of my widespread family.
Nowhere has the warmth of feeling been deeper than in Italy. I think of myself as fortunate in many, many ways. One of my happiest of associations has been to frequently visit with new and old friends in the old world, and to realize the activity and kindness in the Italian branch of the S&S Association.

May I offer salutations and many thanks?

O.J.S. II (17 luglio 2002)

 
© 1998-2011 S&S Club Italia - Design by design.it